Archivio

Musica

Feed per Musica
Questa categoria contiene 13 post


Io c’ero…per la solidarietà e…l’eccezionalità dello spettacolo

“Si, io c’ero e sono fiero di aver contribuito” … alla causa (la terza!) promossa dal Comitato siciliano “Fiamme di solidarietà” della Guardia di Finanza per raccogliere fondi per quattro ONLUS: Nuovi Orizzonti di Frosinone, Movimento ed Azione dei Gesuiti Italiani per lo Sviluppo di Roma, Missione speranza e carità del fratello Biagio Conte di Palermo, Istituto Sorelle Missionarie della Misericordia di Carini.
foto di Carlo Giammarresifoto di Carlo Giammarresi
Lo hanno detto in diecimila la sera dell’1 luglio intervenendo - da ogni continente - al Teatro Greco di Siracusa per assistere a uno spettacolo unico per livello artistico (ma anche perchè unico concerto 2011 per il grande maestro) tenuto dal tenore toscano Andrea Bocelli e dalla soprano palermitana Desirèe Rancatore che spesso hanno duettato con straordinaria vocalità interrotta solo da ripetuti e lunghi applausi di compiacimento. Grande musica e grande solidarietà sono stati i veri contenuti della serata.

Hoppa Fest

Immaginate una spiaggia, il sole che scotta. Immaginate di sentire parlare lingue da tutto il mondo, di vedere in controluce ragazzi danzare sulla riva del mare. Immaginate di ascoltare le melodie più moderne, innovative, all’avanguardia. Bene, adesso pensate che tutto questo è solo a due passi, nella litoranea tra Aspra e Ficarazzi, in provincia di Palermo.

“Help to Grow the Festival, Grow to Help Sicily”: aiuta a far crescere il festival, cresci per aiutare la Sicilia. É questo il motto dell’Hoppa Fest, l’evento che, il 7 e l’8 maggio, sarà ospitato dalla spiaggia Ficarazzi, in provincia di Palermo. Il sud, terra acre dalle mille contraddizioni, in quei giorni si vestirà a festa.

Nesli sbarca in Sicilia

Nesli, noto rapper (fratello di Fabri Fibra) sbarca a in Sicilia con il suo “Notte Vera Tour”. Domani, presso i Mercati Generali di Catania (biglietti in prevendita su www.ctbox.it - info 095/571458 - info@mercatigenerali.org) e sabato, presso le Terrazze dei Candelai, a Palermo (biglietti in prevendita su www.circuitoboxofficesicilia.it - info www.candelai.it), si svolgeranno i suoi concerti.

Il costo degli spettacoli è di 10 euro. Ulteriori informazioni sono reperibili su www.iosononesli.it e su http://www.facebook.com/?ref=home#!/event.php?eid=120935421286333&ref=mf

Il tamburo meccanico

Il “Tamburo meccanico” è un’invenzione progettata (ma non realizzata) da Leonardo da Vinci, ideata dal grande maestro nel primo decennio del Cinquecento, così come documentato dal “Codice Atlantico” (foglio numero 837r).

Oggi, però, il “Mechanical Drum” (o “Tamburo meccanico”) è qualcosa di più di un disegno: è una straordinaria realtà grazie al lavoro di ricerca e sperimentazione di un giovane musicista e compositore italiano (di origini siciliane), Pietro Luca Congedo che, col supporto di quattro ingegneri collaboratori, è riuscito a realizzare una macchina per la musica fedelmente ispirata al progetto di Leonardo da Vinci.

Mario Incudine porta la Sicilia a Sanremo

Per la prima volta nella storia, la lingua siciliana sale sul palcoscenico del Festival di Sanremo e lo fa grazie alla voce di Mario Incudine, cantautore ennese scelto dal “big” Nino D’Angelo per cantare in dialetto “siculo” alcune strofe del suo nuovo lavoro musicale dedicato al Sud.

“Jammo Jà” è il titolo del brano, ancora inedito, che verrà cantato dallo stesso D’Angelo insieme con Maria Nazionale nel corso della gara canora trasmessa in diretta mondiale su Raiuno dal 16 al 20 febbraio, e per espressa volontà del cantautore napoletano la canzone verrà reinterpretata a più voci nel corso della terza serata del festival dedicata agli ospiti.

Arriva “Mani”. I musicisti messinesi insieme per chi soffre nel post alluvione

Due mesi dopo la pioggia torrenziale che ha distrutto Altolia, Briga, Giampilieri, Molino e Scaletta Zanclea, la casa discografica Imago Sound, Radiostreet, il consorzio Sol.E. e la cooperativa EcosMed presentano “Mani Per Messina”.

Si tratta di un progetto umanitario che prende la forma di un cd compilation, realizzato da quattordici rappresentanti di una viva scena musicale messinese. Nasce per dare un aiuto concreto a chi soffre dopo l’alluvione, ma soprattutto per tenere accesi i riflettori su una tragedia alla quale non si debba aggiungere domani la beffa dell’oblio.